30-06-2009


   


Lunedì il sindaco Nicola Cristaldi si è insediato nel Palazzo Comunale dopo il passaggio di consegne con Macaddino

E' rimasto per quasi due ore ad aspettare in sala giunta, conversando amabilmente con i presenti e con la stampa, illustrando alcune iniziative che avrebbe preso non appena insediato e iniziando a dare piccoli segnali di un grande cambiamento che seppur annunciato diverrà realtà molto presto. Questo è il nuovo sindaco Nicola Cristaldi che lunedì verso mezzogiorno dopo aver letto il verbale rilasciato dall’Ufficio Elettorale del comune ha preso pieno possesso delle chiavi del Palazzo comunale. In precedenza, così come vuole la prassi, il sindaco uscente Giorgio Macaddino aveva ufficializzato il passaggio di consegne facendo visita a Nicola Cristaldi e dichiarando : « Sto vivendo questo momento con grande serenità anche perché lascio il mio mandato nelle mani di una persona che nonostante ho pubblicamente avversato merita il mio profondo rispetto a cui va il mio augurio che possa realizzare tutte le cose che ha detto e molte altre che non ha detto ma che ha in testa. Finita la campagna elettorale il sindaco Cristaldi è il sindaco dell'intera città e quindi anche il mio, e pubblicamente gli affido una preghiera che è quella di potermi invitare in occasione dell'inaugurazione dell'ex Asilo Corridoni un opera a cui tengo molto e che ha visto in questi giorni la fine del primo stralcio di lavori. Auguro al nuovo sindaco un grande in bocca al lupo e di ricevere la giusta collaborazione affinché la città, tutta, possa vincere le sfide immediate e future.» A sua volta il sindaco Nicola Cristaldi a dichiarato:«Io nonostante la mia grande voglia di fare il sindaco di questa città mi sento un sindaco di transizione, ho la voglia di preparare le condizioni perché nuove generazioni comincino ad interessarsi della nostra città. Il mio compito e quello dei miei collaboratori è quello di creare una nuova classe dirigente in questa città, non è solo una questione legata alla politica e alle istituzioni, ma è legato al mondo dell'impresa, al senso civico, al modo d'intendere la scuola, al modo di essere cittadini mazaresi.» « Ci metteremo - ha contuato Nicola Cristaldi - subito al lavoro: c’è da risolvere immediatamente il problema delle alghe a Tonnarella e del ripristino delle adeguate condizioni igenicosanitarie del litorale; altro problema sul quale concentrasi è quello relativo all’approvvigionamento idrico. Ci sarà - ha aggiunto - da riorganizzare l’ente e i suoi uffici per renderli pienamente funzionali alla macchina amministrativa. La dott.ssa Marascia è confermata segretario comunale e sarà affiancata da un direttore generale. Ho pensato di conferire il ruolo del legale all’avv. Francesco Muscolino. Mentre il prof. Kaled Fouad Allam assumerà, a partire dall’1 settembre , il ruolo di esperto al servizio delle diverse aree». (nasa - fm)



  
  

Distribuite le deleghe agli assessori: Giovanni Quinci è il vice sindaco mentre a Pino Siragusa vanno il bilancio e le società pertecipate

Con l'insediamento del sindaco Nicola Cristaldi sono stati anche ufficializzati i sei assessori che andranno a comporre la giunta comunale. Il nuovo esecutivo che per la prima volta sarà composto da sei assessori anziché dieci, reso noto già in campagna elettorale, ha subito solamente un piccola modifica nel nominativo di Filippo Mannone che per problemi personali in questa fase ha preferito lasciare la funzione di assessore a Francesco Ditta cordinatore della lista “Insieme per Mazara” che appoggiava Cristaldi. Filippo Mannone che ha pubblicamente ringraziato il sindaco Cristaldi rimarrà comunque vicino al sindaco e lo stesso sindaco si è impegnato a riconoscergli il suo impegno nel progetto quando si sarà liberato da ogni problema personale o familiare. Con determina N. 158/DS DEL 29/06/2009 il sindaco Nicola Cristaldi ha così distribuito le deleghe: Quinci Giovan Battista : [vice sindaco] Rapporti con il consiglio comunale, pesca, lavori pubblici e servizi alla città; Siragusa Giuseppe : Bilancio, programmazione, società partecipate e personale; Ingargiola Pietro : Sport, attività ricreative e politiche giovanili; Zizzo Antonino : Urbanistica, territorio, ambiente, ville, giardini e fontane; La Rosa Riccardo : Trasparenza, legalità, solidarietà sociale e pubblica istruzione; Ditta Francesco : Politiche comunitarie, attività produttive, commercio industria artigianato ed agricoltura. Il sindaco Nicola Cristaldi ha trattenuto per se le seguenti competenze: Cultura, eventi, polizia municipale, protezione civile. Dopo aver proclamato ufficialmente Nicola Cristaldi sindaco e dopo aver più volte riletto la vigente, e controversa, legge elettorale e consultatosi con la Prefettura, il giudice Renato Zichittella, presidente del seggio elettorale speciale di Mazara si è espresso sulla composizione del nuovo Consiglio comunale. Zichitella ha deciso di dare applicazione al cosiddetto «proporzionale secco» con l’attribuzione di 21 seggi alla coalizione frutto dell’apparentamento delle liste dei due candidati sindaco Di Giovanni e Scilla e solo 9 consiglieri alla coalizione del neo sindaco. Contrarietà alla decisione di Zichittella è stata espressa dal neo sindaco appena insediatosi: «Ferma rimanendo l’interpretazione del giudice - ha sottolineato Cristaldi - sarebbe anticostituzionale se si verificasse una composizione non rappresentativa del risultato delle urne. Sono stato eletto da quasi il 70% delle preferenze dei mazaresi, una vittoria nettissima che la dice lunga sulla scelta operata dalla cittadinanza la cui volontà deve essere necessariamente rispettata. Già vi sono diversi consiglieri -ha detto- che hanno presentato ricorso al Tar per affermare un principio democratico ». Poi il sindaco, appreso che diversi consiglieri eletti con le liste collegate alla candidatura di Toni Scilla sarebbero già pronti a dichiarare l’appartenenza al costituendo gruppo consiliare del Pdl e quindi in appoggio alla sua maggioranza, ha dichiarato: «Sono pronto a collaborare, pensare ad un Consiglio che intenda combattere a tutti i costi l’azione del sindaco sarebbe mortificante per quanto espresso dalla volontà dei mazaresi».  (nasa - fm)




 

Istituito l’assessorato alla trasparenza e alla legalità, Francesca Incandela ringrazia.

Con una lettera Francesca Incandela, presidente dell’Associazione Antiracket di Mazara del Vallo “IO NON PAGO IL PIZZO…E TU “ ha rivolto un saluto di benvenuto al nuovo sindaco della città, l’onorevole Nicola Cristaldi, e alla nuova giunta auspicando una concreta collaborazione ed una efficiente progettualità affinché possa essere, se non debellata, almeno attenuata la sconfortante constatazione della vitalità della mentalità mafiosa nel nostro territorio. Nella lettera si legge:« Apprendiamo con notevole compiacimento che verrà istituito l’Assessorato alla trasparenza e legalità con delega affidata al dott.re Riccardo La Rosa, con cui in tempi abbastanza recenti l’associazione ha organizzato un convegno sull’usura, altra problematica che assilla la nostra città, ma sulla quale i dati sono incerti in quanto manca la cultura o il coraggio della denuncia da parte dei cittadini. Conoscendo le capacità amministrative e intellettive del sindaco Cristaldi, nonché le competenze acquisite durante la sua carriera di deputato e sindaco di Calatafimi-Segesta, siamo altresì fiduciosi che aprirà una entusiasmante stagione nell’ambito della cultura della legalità e come primo atto la costituzione di parte civile della città di Mazara del Vallo nei procedimenti penali che vedono coinvolti attualmente funzionari, consiglieri, ex-assessori e dirigenti del nostro Comune. Noi, come associazione l’abbiamo già fatto, un segnale importante per ribadire l’onestà e la laboriosità di migliaia di cittadini onesti, un rifiuto di quella logica perversa che ci vuole taciti e inconsapevoli “complici” d’omertà e di paura. Nel rinnovare l’augurio di un quinquennio di buona amministrazione all’onorevole Nicola Cristaldi, l’associazione antiracket intende ringraziare vivamente il sindaco uscente Giorgio Macaddino che ha concesso, dietro le nostre richieste, LA STANZA DELLA LEGALITA’ all’interno del Palazzo Comunale che in questi quasi tre anni ha rappresentato un punto di riferimento per molti nostri concittadini adulti e giovani, un terreno confiscato alla mafia e un locale all’interno del Museo della Legalità, dove l’associazione desidera occuparsi di un centro di documentazione e di un’emeroteca.» La risposta a quanto auspicato e probabilmente molto di più è arrivata subito, Francesca Incandela l’ha ascoltata con le sue orecchie dalla viva voce del sindaco Cristaldi in occasione del suo insediamento: «Noi abbiamo istituito l'assessorato alla trasparenza e alla legalità e questo naturalmente non può che passare anche per una riaffermazione del ruolo politico ed istituzionale della nostra città che condanna metodi che hanno distrutto anche nel cuore la nostra Sicilia, mi riferisco al fatto che la nostra città si schiera fra quelle che combattono la mafia pienamente e intendono farlo con ogni mezzo che non sia demagogico e soltanto legato agli effetti giornalistici. Io ho fatto il mio dovere in tanti anni come coordinatore nazionale del comitato enti locali della commissione antimafia, nessuno se ne è mai accorto, non facevo conferenze stampa dicendo sono il coordinatore nazionale all'antimafia, ho fatto il mio dovere, ho girato tutta l'Italia, sono andato anche all'estero, cercando sempre di compiere dei passi che fossero utili. L'assessorato alla trasparenza e alla legalità dovrà occuparsi anche dell'acquisizione e gestione dei beni confiscati alla mafia, che dovranno diventare luoghi anche simbolo della pubblica amministrazione e non saremo succubi della logica di fare le cose ad ogni costo, solo per affermare i principi. Mi piacerebbe che si passasse dal cartello di condanna anche alla pratica effettiva. Io per esempio non ho capito, - ci tiene a sottolineare Nicola Cristaldi - e questo lo dico con franchezza, non ho capito come mai il Comune di Mazara non ha annunciato la propria costituzione di parte civile nel processo delle pale eoliche. Capisco che sul piano formale la costituzione di parte civile avviene in precisi momenti, e quindi ci sarà il tempo per poterlo fare ma l'affermazione politica andava fatta immediatamente. Il comune di Mazara si costituirà parte civile nel processo “Eolo”.» (nasa)

 

   

Amacus: Mostra concorso ceramiche per Mazara

Si è svolta domenica scorsa, presso l'atrio del seminario vescovile di Mazara del Vallo, la premiazione della mostra-concorso di ceramiche organizzata dall'associazione culturale artistica “Amacus” dal titolo “Promuovi la città”. Una iniziativa attraverso la quale l'associazione Amacus ha confermato l'impegno per la valorizzazione del territorio di Mazara proponendo la ceramica per rappresentare le bellezze artistiche e paesaggistiche della nostra città. L'evento presentato da Mariella Ballatore si avvalso degli interventi musicali di Giuseppe Sinacori che ha presentato alcuni pezzi del repertorio di chitarra classica



 

Prima visita pastorale in mare del Vescovo di Mazara del Vallo

Il 9 luglio p.v. il Canale di Sicilia diventerà il luogo prescelto per la prima visita pastorale del Vescovo di Mazara del Vallo, mons. Domenico Mogavero, ai marittimi e ai pescatori in mare. Il viaggio-pellegrinaggio durerà una intera giornata e sarà reso possibile grazie al supporto logistico e organizzativo della Direzione marittima e della Capitaneria di Porto di Mazara. «Attraverseremo il Canale di Sicilia e incontreremo in mare gli equipaggi dei pescherecci per far sentire la vicinanza affettuosa della Chiesa mazarese. L’iniziativa - ha dichiarato il Vescovo - nasce dalla volontà di condividere con i nostri pescatori la loro fatica quotidiana e pregare con loro in questo momento di grande difficoltà e di incertezza per il loro futuro». Mons. Mogavero ha espresso anche un grande auspicio: «Dobbiamo far sì che il Mediterraneo, tomba silenziosa e ignorata per moltissimi sfortunati di cui non è nemmeno possibile stimare il numero, diventi un mare di amicizia e fratellanza attraverso la condivisione con gli altri cittadini dei Paesi rivieraschi. La nostra Chiesa è fortemente impegnata in questo processo di “riconquista umana e civile” del Mediterraneo». La Diocesi di Mazara del Vallo con questa iniziativa straordinaria intende dare una doverosa attenzione ai tanti lavoratori del mare, che vivono un’integrazione di fatto negli equipaggi dei motopesca, e alle loro famiglie. Nello stesso tempo inoltre, con questo significativo gesto di vicinanza, vuol richiamare le competenti Autorità pubbliche ad approntare efficaci e appropriati interventi legislativi per elevare la qualità della vita dei pescatori, migliorando anche il loro trattamento economico.



Eletti Presidente e Direttivo FIDAPA

Si svolta in presenza della consigliera distrettuale Maria Pia Pellegrino e delle socie della FIDAPA di Mazara del Vallo l’elezione della nuova presidente ed il direttivo che la affiancherà nel prossimo biennio 2009/11. La votazione avvenuta a scrutinio segreto ha dato come esito l’elezione all’unanimità della presidente Mariella Misuraca. Sono state elette pure Mariella Corte Vice presidente, Susanna Ferro segretaria ed Antonella Misuraca tesoriera. Eletti i membri del direttivo Rosa Pecoraro, Piera Quinci, Giovanna Mauro, Gabriella Di Giovanni, Loredana Fasino, Irene Monterosso, infine le revisori dei conti Francesca Gianformaggio, Agata Critti, Francesca Cavarretta. L’elezione all’unanimità di tutte le cariche sociali è l’importante risultato di un lavoro di ricerca e di consultazioni della presidente uscente Professoressa Lina Tommaso.



  

Il Distretto Produttivo Pesca e Pesca Turismo Siciliae ha siglato un protocollo d’ intesa con il Consorzio Pesca Turismo Eolie 

Nel corso dell’inaugurazione della stagione di Pesca Turismo a Lipari, ieri mattina, il Distretto Produttivo della Pesca e Pesca Turismo Siciliae ha siglato un Protocollo d’Intesa con il Consorzio Pesca Turismo Eolie. “Il Protocollo d’Intesa – dichiara Giuseppina Adamo, presidente del Distretto – mira ad avviare una serie di azioni promozionali per la valorizzazione del patrimonio dell’attività marinara e della specie meno commercializzata come ad esempio il pesce povero. Sono soddisfatta – aggiunge il presidente Adamo - per la stagione estiva che si sta aprendo nonostante la crisi. Uno dei nostri scopi è quello di attivare una serie di tour education per opinion leader. Si tratta di far vivere alla stampa specializzata e a personalità illustri del mondo politico, economico e sociale, la pesca ed il territorio”. 


  

AVIS - Raccolta sangue periodo estivo 

Per ovviare alla carenza di sangue nei mesi come in oggetto, la sezione dell'AVIS di Mazara del vallo sita in via Favara Scurto, 3 C O M U N I C A che le giornate di raccolta in tali mesi si effettueranno solo nella giornata di venerdì dalle ore 8,30 alle 12,00. Per ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri telefonici: 0923-907338 - 0923-660016 - cell. 348-4006103. 


  

Chiusura obbligata del distaccamento Vigili del Fuoco 

Manca una sola unità, la quinta, per completare la squadra in quanto per potere effettuare gli interventi in tutta sicurezza bisogna essere almeno in cinque, e invece di fare giungere un uomo da un altro distaccamento del Trapanese ieri dal Comando provinciale si è per l’ennesima volta deciso di chiudere, dalle 8 alle 20, la sede di Mazara del Vallo dei vigili del fuoco. Due pompieri sono stati dirottati su Marsala, mentre gli altri due loro colleghi sono stati fatti rimanere in sede. Gli interventi, laddove necessari, sarebbero stati garantiti dagli altri distaccamenti della provincia, tuttavia non si può non rilevare che per la cronica carenza di personale ancora una volta una città di oltre 50 mila abitanti è rimasta priva di un servizio importante. 



  

Rotta Mazara-Pantelleria La Regione: «Nessun ritardo. Non è stato possibile ricorrere alle procedure d’urgenza» 

Una precisazione dell’assessorato regionale ai Trasporti sul collegamento tra Mazara e Pantelleria. Dalla Regione sostengono che non c’è alcun ritardo, come stabilito in occasione del tavolo tecnico con i rappresentanti degli enti locali interessati, la linea che collega Mazara con Pantelleria rientra tra i collegamenti da istituire con gara. Per questo servizio non sarebbe stato possibile ricorrere alle procedure d’urgenza, né all’estensione dei servizi già contrattualizzati. Il collegamento in questione (Mazara del Vallo - Pantelleria) è ritenuto strategico per lo sviluppo economico e sociale, anche in chiave di promozione turistica, ma non può essere considerato prioritario sotto il profilo della continuità territoriale. Il dipartimento precisa, inoltre, che le gare per i servizi di trasporto marittimo regionale sono state bandite e verranno celebrate, così come previsto dalla normativa europea, il prossimo 2 settembre. I servizi in gara sono garantiti per cinque anni, grazie alla dotazione finanziaria di oltre 80 milioni di euro, attivata grazie alla manovra finanziaria del parlamento siciliano.

 

  

Grande successo per lo spettacolo della Dance Works

Domenica sera al Teatro Rivoli, il noto stilista Alviero Martini è stato ospite d’onore della Dance Works di Carla Favata in occasione dello spettacolo di danza contemporanea «L’intelletto, La Donna, Le Virtù - Viaggio alla Ricerca dell’Amore», liberamente tratto dalla Divina Commedia di Dante. Martini è infatti il prestigioso testimonial del progetto di beneficenza in favore dei bambini poveri dell’India, portato avanti dall’Associazione senza scopo di lucro «Care & Share» al quale collabora la stessa Dance Works. La serata è stata presentata da Nino Graziano Luca, conduttore del Saggio 2009 Dance Works e direttore della Compagnia Nazionale di Danza Storica, presentatore ed autore televisivo, volto noto della tv nazionale, grazie soprattutto alle collaborazioni Mediaset e Rai (Uno Mattina) (Rai due Notte). Alla serata ha partecipato da attento spettatore il neo sindaco di Mazara del Vallo l’on. Nicola Cristaldi insieme ad alcuni degli assesori della sua Giunta. (Erika Asaro)



    

«Una missione solo per la città» Il primo cittadino ha illustrato le priorità e ha annunciato l’istituzione di un assessorato alla Trasparenza e Legalità

Ieri a mezzogiorno in punto, il sindaco Nicola Cristaldi ha preso possesso delle chiavi di Palazzo del Carmine, sede del Comune.È stato il segretario comunale Antonella Marascia a portare i verbali dall’Ufficio Elettorale ed a proclamare l’investitura a nuovo sindaco del deputato nazionale eletto con un vero e proprio plebiscito nel turno di ballottaggio ricevendo quasi il 70 per cento delle preferenze. Così è avvenuto il passaggio di consegne con l’uscente sindaco Giorgio Macaddino il quale non poco emozionato ha dichiarato: «Seppur caratterizzata da diverse contingenze, la mia esperienza alla guida della città è stata straordinaria. Auguro al nuovo sindaco un grande in bocca al lupo e di ricevere la giusta collaborazione affinchè la città, tutta, possa vincere le sfide immediate e future ». Poi è stata la volta di Nicola Cristaldi che una volta insediatosi ha ammesso: «Il sogno di poter diventare sindaco di Mazara si è finalmente avverato, sembra che la linea all’orizzonte considerata irraggiungibile sia sia di colpo fermata ». Così il nuovo sindaco ha dichiarato: «La mia la considero una missione per la città e pertanto non sarò pagato, ricevo già un buon stipendio da parlamentare. Ci metteremo subito al lavoro: c’è da risolvere immediatamente il problema delle alghe a Tonnarella e del ripristino delle adeguate condizioni igenico-sanitarie del litorale; altro problema sul quale concentrasi è quello relativo all’approvvigionamento idrico. Ci sarà - ha aggiunto - da riorganizzare l’ente e i suoi uffici per renderli pienamente funzionali alla macchina amministrativa. La dott.ssa Marascia è confermata segretario comunale e sarà affiancata da un direttore generale. Ho pensato di conferire il ruolo del legale all’avv. Francesco Muscolino. Mentre il prof. Kaled Fouad Allam assumerà, a partire dall’1 settembre , il ruolo di esperto al servizio delle diverse aree». Cristaldi ha poi annunciato l’istituzione di un assessorato alla Trasparenza e Legalità: «Il ruolo antimafia dell’Ente non sarà solo fatto propagandistico ma anche reale a partire dalla gestione degli immobili confiscati ai mafiosi. Il Comune inoltre si costituirà parte civile nel prossimo processo relativo all’operazione “Eolo”. «Inoltre - ha proseguito - non vi saranno più gare di appalto tramite trattativa privata ma solo attraverso aste pubbliche». [fonte La Sicilia] (fm)

 


  

Giunta, Quinci vicesindaco

Il sindaco ha anche indicato la composizione del nuovo Esecutivo. E nella stessa mattinata di ieri il designato assessore Filippo Mannone non ha accettato l’incarico a causa di motivi personali e familiari, dopo averlo ringraziato personalmente, Cristaldi ha designato al suo posto Franco Ditta (53 anni, formatore presso l’Usmi). Cristaldi ha così attribuito le deleghe alla sua squadra assessoriale. Giovanni Quinci, nominato vice sindaco, si occuperà di «Rapporti con il consiglio comunale, pesca, lavori pubblici e servizi alla città». Giuseppe Siragusa ha ricevuto la delega a «Bilancio, programmazione, società partecipate e personale». Antonino Zizzo sarà assessore all’«Urbanistica, territorio, ambiente, ville, giardini e fontane». Il criminologo Riccardo La Rosa ha ricevuto la delega a «Trasparenza, legalità, solidarietà sociale e pubblica istruzione». Come previsto a Pietro Ingargiola è toccata la delega a «Sport, attività ricreative e politiche giovanili». L’ultimo designato Franco Ditta si occuperà di «Politiche comunitarie, attività produttive, commercio industria artigianato ed agricoltura». Cristaldi ha invece trattenuto per se le deleghe alla «Cultura, eventi, polizia municipale, protezione civile». [fonte La Sicilia] F. M.



  

La composizione del Consiglio Maggioranza bloccata con 21 componenti

Dopo aver proclamato ufficialmente Nicola Cristaldi sindaco e dopo aver più volte riletto la vigente, e controversa, legge elettorale e consultatosi con la Prefettura, il giudice Renato Zichittella, presidente del seggio elettorale speciale di Mazara si è espresso sulla composizione del nuovo Consiglio comunale. Zichitella ha deciso di dare applicazione al cosiddetto «proporzionale secco» con l’attribuzione di 21 seggi alla coalizione frutto dell’apparentamento delle liste dei due candidati sindaco Di Giovanni e Scilla e solo 9 consiglieri alla coalizione del neo sindaco. Così si è registrato il paventato «blocco della maggioranza». Ad oggi così il nuovo Consiglio comunale, rinnovato quasi del tutto, sarebbe composto da: cinque consiglieri per il Pd (De Blasi, Iemmola, Diadema, Crocchiolo e Mauro); tre della lista "Socialisti per Mazara" (D’Angelo, Gabriele e Ballatore); due per la lista "Le Ali per Mazara" (Gilante e Bommarito); tre per la lista "Giovani per la Città" (Titone, Foderà e Messina); tre per l’Udc (Jacono, Alestra e Foggia); cinque invece i consiglieri della la lista "Toni Scilla Sindaco" (Marino, Genna, Vassallo, Arena e Reina). Per quanto riguarda la coalizione di Cristaldi, i consiglieri saranno: quattro per il Pdl (Luppino, Giammarinaro, Frazzetta e Barracco); due per "Liberi" (Gancitano e Tumbiolo); tre per la lista "Cristaldi Sindaco" (Di Liberti, Calafato e Pecunia). Contrarietà alla decisione di Zichittella è stata espressa dal neo sindaco appena insediatosi: «Ferma rimanendo l’interpretazione del giudice - ha sottolineato Cristaldi - sarebbe anticostituzionale se si verificasse una composizione non rappresentativa del risultato delle urne. Sono stato eletto da quasi il 70% delle preferenze dei mazaresi, una vittoria nettissima che la dice lunga sulla scelta operata dalla cittadinanza la cui volontà deve essere necessariamente rispettata. Già vi sono diversi consiglieri -ha detto- che hanno presentato ricorso al Tar per affermare un principio democratico ». Poi il sindaco, appreso che diversi consiglieri eletti con le liste collegate alla candidatura di Toni Scilla sarebbero già pronti a dichiarare l’appartenenza al costituendo gruppo consiliare del Pdl e quindi in appoggio alla sua maggioranza, ha dichiarato: «Sono pronto a collaborare, pensare ad un Consiglio che intenda combattere a tutti i costi l’azione del sindaco sarebbe mortificante per quanto espresso dalla volontà dei mazaresi». [fonte La Sicilia] (fm)



  

Nasce a Mazara del Vallo lo Sportello per la promozione internazionale dei prodotti mazaresi ed in particolare dei prodotti ittici. Costituirà un info-point centralizzato sui mercati europei e quelli che si affacciano sul Mediterraneo.

Si è svolto sabato scorso a Mazara del Vallo presso l'Hotel Ruggero II il convegno di presentazione dei risultati dal titolo “Il ruolo delle istituzioni pubbliche nel processo d'internazionalizzazione del comparto pesca”. Nell’ambito del convegno è stato presentato lo “Sportello Internazionalizzazione del Comune di Mazara del Vallo”. Lo Sportello per la promozione internazionale dei prodotti mazaresi nasce dall'esigenza di realizzare sul territorio un info-point centralizzato sui mercati europei e sul mediterraneo, al fine di promuovere la conoscenza dei prodotti mazaresi nel mondo, in particolare dei prodotti ittici. Lo Sportello si colloca all'interno del dipartimento della Programmazione, Innovazione, Competitività e Politiche Comunitarie del Comune di Mazara del Vallo e intende offrire un servizio ulteriore al territorio per la promozione dei prodotti inttici sul mercato mondiale. Il progetto nasce dalla collaborazione tra il Comune di Mazara del Vallo e l'Istituto per l'Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAMC­CNR) e sui fondi del progetto "ICT-E3 per l'Eccellenza dei Territori", con l'obiettivo generale di creare un ponte tra ricerca applicata al mare e l'impresa. Lo sportello avrà la funzione di supportare tutte le attività di progetto nel contatto con gli operatori locali, l’analisi dei fabbisogni e le relazioni istituzionali. Le sue funzioni specifiche saranno: 1.Informare gli operatori del settore della pesca mazaresi sulle attività di progetto; 2.Realizzare una banca dati con i dati e gli interessi degli operatori per quanto riguarda l’internazionalizzazione; 3.Coordinare le attività di comunicazione ed animazione territoriale previste dal progetto; 4.Implementare l’infopoint sui mercati europei e del mediterraneo e coordinare il suo funzionamento nel momento in cui esso sarà chiamato a svolgere i servizi agli 5.Organizzare le attività seminariali e di comunicazione; 6.Supporto e sede di lavoro fisica per tutte le attività “front office” del progetto (riunioni, office center, supporto agli imprenditori, ecc…) Lo Sportello fornirà agli operatori informazioni per l'utilizzo degli strumenti per l'export e l'internazionalizzazione, a favore degli imprenditori interessati a sviluppare business in determinati paesi. A tal fine, lo Sportello ha tra i suoi obiettivi: 1.Promuovere gli accordi di filiera e di comparto; 2. Individuare nuovi mercati potenziali; 3.Supportare la ricerca di partner esteri per la definizione di accordi di cooperazione e/o commerciali; 4. Promuovere di accordi di cooperazione; 5.Supportare l'assistenza e orientamento ai mercati internazionali; 6.Informazione per l'utilizzo degli strumenti per l'export e l'internazionalizzazione ed il collegamento con i soggetti interessati; 7.Animazione territoriale e sensibilizzazione degli stakeholder locali e settoriali. L’azione di market intelligence nei Pesi Europei e mediterranei punterà a raccogliere le seguenti informazioni: A. Funzionamento del mercato ittico e dei servizi ittici; B. Principali operatori; C. Legislazione; D. Individuazione di operatori potenzialmente interessanti per attivare relazioni economiche; E. Numeri utili per il business in Europa e nei Paesi del mediterraneo; F. Una guida “logistica” per gli imprenditori interessati ai paesi; Grazie a questa attività gli imprenditori interessati a sviluppare business in determinati paesi o che già operano in un paese potranno chiedere il supporto dello sportello per ricevere tutto il materiale ed anche per ricevere supporto logistico in caso di interesse a realizzare un viaggio di affari. Il presente progetto realizzerà anche un’azione di promozione di accordi di cooperazione sia a livello di singola impresa che istituzionali. Mentre sulla base dell’analisi effettuata le imprese operanti nel territorio del Comune di Mazara del Vallo verranno supportate nella ricerca di partner esteri per la definizione di accordi di cooperazione e/o commerciali. Per la realizzazione delle sue attività e per il conseguimento dei suoi obbiettivi, lo Sportello si avvale della collaborazione di enti istituzionali (ICE) e soggetti privati di comprovata esperienza nel settore (Leonardo Business Consulting, Formez, etc.). Per informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio: Programmazione, Innovazione, Competitività e Politiche Comunitarie Via E. Sansone, 4 91026 Mazara del Vallo (TP) Tel. +39 923 932919 - Fax +39 923933177 politichecomu nitarie@comune.mazara-del-vallo.tp.it Responsabile dello sportello Internazionalizzazione è l’Ing. Vito De Simone mentre il Project Manager è il Dr. Antonino lozza  (nasa)

 

Compostaggio in giardino Belice Ambiente. In distribuzione ai cittadini sistema che ricava concime dai rifiuti

Dopo la raccolta differenziata "porta a porta", le isole ecologiche, la "Belice Ambiente" scommette sul compostaggio domestico per potenziare la differenziata e conferire sempre meno rifiuti in discarica. Ha preso il via la campagna del compostaggio domestico promossa dall’Autorità d’Ambito: 2.000 compostiere saranno distribuite agli utenti che ne faranno richiesta, 600 invece alle attività commerciali (agriturismi, turismo rurale, ristoranti con giardino). Requisito necessario per ottenere la compostiera è quello di avere un ampio giardino dove potere collocarla. Ottenerla è molto semplice: basta scaricare il modulo sul sito www.beliceambiente. it, compilarlo in ogni sua parte, spedirlo, con allegata una fotocopia del documento d’identità, al fax 0923.949889. È a disposizione anche l’indirizzo email compostaggio@beliceambiente.it. Dopo un sopralluogo, i tecnici della società consegneranno la compostiera da 300 litri, completa del kit. Agli utenti sarà richiesto soltanto 1 euro a titolo di cauzione. «C’è la possibilità concreta di creare una sorta di filiera, stavolta corta, inversa a quella tradizionale che risulta essere più lunga che va dalle case degli utenti sino alle piattaforme. Quindi riduciamo così le distanze tra produzione e consumo, facendo partecipare i cittadini e mettendoli in condizione di produrre sostanze organiche da affidare alla loro terra» dice l’ad Francesco Truglio. Con la compostiera domestica ogni utente potrà farsi il compost (concime) direttamente a casa sua. Il metodo è molto facile: s’inseriscono gli scarti da cucina e da giardino dentro la compostiera, si aggiungono alcuni cucchiai di attivatore biologico. Ogni due giorni bisogna movimentare i rifiuti con la paletta in dotazione. Dopo 20 giorni circa, dalla base della compostiera si potrà tirare fuori il compost da utilizzare come fertilizzante. A chi farà un buon compostaggio la società riconosce il 20% di sgravio sulla parte variabile della tariffa d’igiene ambientale. Il compostaggio domestico è la terza via intrapresa da "Belice Ambiente" nell’ambito del percorso virtuoso avviato da due anni, che oggi la fa attestare al 30% di differenziata, portando l’Ato Tp2 in testa alla classifica regionale. Dopo l’Rd "porta a porta" avviata in dieci degli undici comuni (rimane fuori soltanto Salemi) e l’apertura delle isole ecologiche, il compostaggio è un’ulteriore pratica per potenziare la differenziata. «In questi anni abbiamo quasi dimezzato il conferimento dei rifiuti in discarica - spiega Truglio - la differenziata è l’unica via per evitare le emergenze. Un’ottima pratica virtuosa dell’Ambito è l’obiettivo che ci prefiggiamo».

  

      

Hit Counter